Durante il nostro viaggio che ci ha portato attraverso la Thailandia, dalla vivace capitale Bangkok (dove abbiamo visitato il tempio Wat Pho del Buddha sdraiato) e i mercati galleggianti (a questo link trovi la visita al Damnoen Saduak) fino al confine settentrionale e alla navigazione sul fiume Mekong a al Museo dell’Oppio, abbiamo avuto l’occasione di incontrare una tribù davvero particolare, che ci ha davvero colpito per le sue insolite caratteristiche fisiche.

La tribù delle donne giraffa

Le donne giraffa, tribù nel Nord della Thailandia - immagine 182

Nel nord della Thailandia, quasi al confine con la Birmania, nella zona di Chang Rai, si trova il villaggio delle cosiddette donne giraffa. Vengono così denominate a causa del lungo collo che si viene a formare indossando dei pesanti anelli di metallo che vi vengono inseriti fin dalla più tenera età, finendo per far abbassare leggermente le spalle con il loro peso.

Infatti, nonostante si abbia l’illusione che sia il collo ad allungarsi a causa degli anelli che, man mano che la donna cresce, vengono sostituiti con altri di dimensioni sempre maggiori, sono le clavicole a deformarsi. La pressione che esercitano gli anelli (anche 25 nelle donne più anziane!) comporta un progressivo slittamento della clavicola nonché la compressione della gabbia toracica.

Le origini

Il nome corretto della tribù in questione è Kayan, una etnia della popolazione Karenni, una minoranza di lingua tibeto-birmana che risiede nel nord della Thailandia dal 1990, a seguito di un conflitto con il regime militare birmano. Vengono anche chiamati Padaung, che nella lingua autoctona significa “collo lungo”.

Perché?

Le donne che appartengono a questa tribù indossano gli anelli di ottone per vari motivi: pare che in passato fosse fatto per somigliare alle divinità, per proteggere il collo delle donne dagli assalti delle tigri, per bellezza o al contrario per scoraggiare i rapimenti delle donne.

Fatto sta che oggi una componente e motivazione sicuramente importante è quella del turismo che permette di attrarre nei villaggi di questo tipo decine di persone.

La nostra visita

Le donne giraffa, tribù nel Nord della Thailandia - immagine 187

Nei villaggi si possono incontrare donne di tutte le età, le donne più anziane con il collo particolarmente lungo, ma anche le bambine che indossano pochi cerchi di anelli attorno al collo. Quando siamo stati in visita ci hanno mostrato gli anelli che portano saldati attorno al collo e abbiamo potuto toccarli e soppesarli con le mani.

Davvero impressionante il peso che queste donne si trovano a sopportare sulle spalle e sicuramente, per quanto mi riguarda, anche triste. Ci hanno spiegato che, se gli anelli venissero tolti, il collo delle donne si troverebbe privo del sostegno a cui ormai si è abituato e non riuscirebbe a mantenersi diritto, pertanto dovrebbero vivere sdraiate… Il collo e le vertebre cervicali sarebbero atrofizzati a tal punto da non essere più in grado di reggere il peso della testa!

Le donne che vediamo sono prese dalle loro attività, cuciono, ricamano, fanno il telaio e poi vendono gli oggetti che loro stesse producono insieme a gioielli e scialli. Sono molto socievoli nei nostri confronti e ci accolgono con entusiasmo, ci sono anche molte bambine che si mostrano felici ai nostri occhi… Non so come sentirmi, mi sembra di trovarci dentro a un grande business, spero con tutto il cuore che siano davvero felici così e che indossare gli anelli sia per loro una scelta.

Le altre tribù del Nord

Le donne Akha

Sai perché i denti di queste donne sono completamente neri? Il motivo è la masticazione del betel, qui puoi leggere l’articolo in cui ne parlo.

Nel villaggio vediamo anche alcune donne Akha, un gruppo etnico dell’Indocina settentrionale proveniente dalla regione cinese dello Yunnan e dal Tibet. Vivono, oltre che in Cina, in Laos, in Myanmar, in Viet Nam e nel nord della Thailandia. Questa tribù è arrivata in Thailandia a seguito delle devastazioni operate dal 1949 da nazionalisti cinesi del Kuomintang fuggiti dopo la sconfitta nella guerra civile cinese.

Le donne Akha indossano abiti neri con decorazioni multicolore da loro intessute, ma la loro particolarità risiede nel copricapo, adornato da cerchi in bambù, perline colorate e da antiche monete d’argento o da ritagli di alluminio per chi non poteva permetterselo.

Le donne Lahu

Troviamo anche i Lahu, una delle 56 etnie cinesi riconosciute ufficialmente dalla Repubblica popolare, uno dei 54 gruppi etnici ufficialmente riconosciuti dal Viet Nam, nonché una delle sei etnie principali della Thailandia.

Le donne giraffa, tribù nel Nord della Thailandia - immagine 194

Avevi mai sentito parlare della tribù delle donne giraffa? Pensi che il turismo possa essere per loro una risorsa oppure una minaccia? Vorresti incontrare le appartenenti a questa tribù? Fammelo sapere nei commenti!

Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment