Innanzitutto va ricordato che il venerdì è il giorno santo dei musulmani, pertanto è sconsigliato visitare una moschea proprio il venerdì. In molte moschee l’accesso ai turisti è proprio vietato durante i momenti di preghiera. In ogni caso, i visitatori che si trovano all’interno della moschea durante un momento di preghiera devono posizionarsi in fondo mantenendo il silenzio.

In alcuni edifici potrebbero esserci due entrate separate per gli uomini e per le donne oppure due entrate per musulmani e non musulmani.

Le regole di comportamento da seguire quando si visita una moschea sono molto semplici e richiamano quelle previste anche per altri luoghi di culto:

  • Le scarpe vanno tolte prima di entrare e lasciate all’ingresso, quindi può essere una buona idea portare con sé un paio di calzini aggiuntivi. In alcune moschee potrebbe non essere necessario togliere le scarpe, che vanno comunque coperte con appositi copriscarpe usa e getta forniti all’ingresso.
  • L’abbigliamento, sia per gli uomini che per le donne, deve essere semplice e poco appariscente: non si entra in una moschea con cappelli e occhiali da sole, e non sono ammessi braccia scoperte e pantaloncini corti. Per le donne può essere utile portare con sé uno scialle o un pareo da indossare sopra alla t-shirt e soprattutto un foulard per coprire la testa. In alcune moschee possono essere fornite anche delle tuniche da indossare sopra ai propri vestiti e dei foulard per coprire i capelli.
  • Evitare di fare rumore, parlando a bassa voce e tenendo il cellulare in modalità silenziosa
  • Non portare alimenti e bevande all’interno della moschea
  • Non fotografare le cerimonie e non sostare accanto alle persone che pregano, perché non è considerato rispettoso.

In questo articolo racconto di quando, in viaggio negli Emirati Arabi, abbiamo visitato la magnifica moschea Sheikh Zayed di Abu Dhabi.

Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment