Leuven è una cittadina deliziosa del Brabante fiammingo, città che abbiamo avuto la fortuna di conoscere e visitare in stagioni diverse grazie a due amici che, dall’Italia, si sono trasferiti proprio in questa località belga per studiare e per lavorare. Ogni volta che andiamo a Leuven scopriamo sempre nuove attrattive di questa bella città!

Leuven, città universitaria

Leuven, in italiano Lovanio, è infatti nota per essere la sede della KU (Katholieke Universiteit) Leuven, l’Università cattolica che è di fatto una delle più antiche del mondo, fondata nel 1425. La presenza di questa Università così importante fa sì che la città sia particolarmente vivace e multiculturale, dal momento che i suoi studenti provengono da ogni parte del mondo.

Nella Laudezeplein si trova lo splendido edificio che ospita la Biblioteca dell’Università di Leuven, realizzata tra il 1921 e il 1928 grazie ai contributi provenienti dagli Stati Uniti, dopo che era stata distrutta durante la prima guerra mondiale. La sua Torre contiene un insieme di campane. Una curiosità: nella piazza antistante la Biblioteca si trova una curiosa statua dell’artista belga Jan Fabre che raffigura un insetto trafitto da un ago.

Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 57

Cosa vedere nel centro storico

Il Municipio

Lo Stadhuis, il Municipio, è stato costruito in stile gotico brabantino nel XV secolo e pesantemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale. Le 236 statue che animano e impreziosiscono i suoi esterni sono state aggiunte soltanto dopo il 1850, mentre gli interni sono caratterizzati da ampie sale di rappresentanza e importanti opere d’arte. La figura preziosa ed elegante del Municipio è senza dubbio uno dei monumenti più suggestivi della città.

Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 60

Chiesa Saint Peter

Anche la Chiesa Saint Peter fu costruita nel XV secolo in stile gotico brabantino. Al suo interno ospita L’Ultima Cena del pittore olandese Dieric Bouts e il suo campanile è stato riconosciuto come patrimonio mondiale UNESCO.

Nella stessa piazza si trova una statua chiamata Fonske che raffigura uno studente con un libro aperto retto dalla mano sinistra mentre la mano destra versa sulla sua stessa testa un bicchiere di birra. In occasione di eventi studenteschi, può capitare che la statua venga abbigliata in modo diverso.

Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 64

Piazza Oude Markt

L’Oude Markt, il mercato vecchio, è un’altra famosa piazza del centro storico, nota per essere un punto di ritrovo di abitanti e turisti e per ospitare mercati, fiere e manifestazioni. Questa piazza è caratterizzata da un’altissima concentrazione di bar, pub e birrerie.

Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 65

Il beghinaggio di Leuven

Un altro punto di interesse turistico è il beghinaggio di Leuven, il Groot Begijnhof, diventato patrimonio UNESCO nel 1998. Quest’area, caratterizzata da edifici di mattoni, ampi cortili e grandi aree verdi, era abitata da una comunità laica costituita da migliaia di donne devote che non erano sposate. Oggi il beghinaggio è abitato da studenti, professori, ospiti stranieri dell’Università di Leuven che ne è diventata proprietaria. e lo ha ristrutturato.

Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 75

L’Orto Botanico

Un’altra tappa piacevole è quella allo storico Orto Botanico risalente al XVIII secolo, ad ingresso libero. Ci sono diverse panchine dove ci si può fermare a trascorrere del tempo, mangiando qualcosa o leggendo un libro.

Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 79

Il Park Abbey

Poco fuori dalla città si trova il Park Abbey che ospita, all’interno di una vasta area verde dove fare una bella passeggiata costeggiando specchi d’acqua e scorci pittoreschi, un’Abbazia insieme ad altri edifici di varia natura. Si può approfittare di una giornata di sole per trascorrere nel parco qualche ora in mezzo alla natura.

Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 82
Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 83
Leuven: bellissima scoperta belga - immagine 84

Un’ultima curiosità: a Leuven ha sede il birrificio della Stella Artois, la birra industriale più famosa del Belgio. Nel Natale del 1928 il mastro birraio Sébastien Artois produsse una birra così chiara da meritarsi il soprannome di “Stella”.

Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment