Fiumicino non è noto soltanto per l’aeroporto internazionale, ma anche per alcuni monumenti che si trovano nei dintorni, in particolar modo per la zona di Isola Sacra che si trova in prossimità della foce del Tevere. Abbiamo avuto la fortuna di visitare la Necropoli di Porto, un’area archeologica interessante e ben tenuta con oltre 200 edifici funerari. Purtroppo le indicazioni per raggiungerla non sono molto chiare, però siamo riusciti ugualmente, abbiamo chiesto indicazioni anche agli abitanti del posto. Necessaria la prenotazione, siamo entrati in questa grande area recintata che è possibile visitare in autonomia, prendendo tutto il tempo che si vuole per vedere le tombe e i monumenti funebri. Mi ha colpito molto la differenza delle tombe, strutturate diversamente al loro interno, a seconda del rito funerario scelto, l’inumazione o l’incinerazione, molte di esse sono aperte e si può entrare all’interno dove spesso si scoprono parti delle pareti ancora tinteggiate e colorate. Molto curioso anche l’esterno, dove delle targhe in latino indicano il nome del proprietario, e talvolta anche il mestiere, come nel caso della tomba del medico chirurgo o dell’ostetrica, i cui ruoli appaiono ben visibili dalle lapidi poste in alto. Sito archeologico immerso in un curatissimo parco verde e mediterraneo, con gli alti pini profumati, merita sicuramente una visita.

Necropoli di Porto - immagine 134
Necropoli di Porto - immagine 135
Necropoli di Porto - immagine 136
Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment