Abbiamo visitato i mulini a vento di Kinderdijk in un’assolata mattinata primaverile, prima di raggiungere in auto Rotterdam che dista circa 20 km da questa zona. Si tratta di 19 mulini a vento che vennero costruiti nella prima metà del XVIII secolo al fine di gestire al meglio l’acqua per evitare inondazioni. Sono stati costruiti con vari materiali, in mattoni, in pietra, in paglia… vedere davanti ai propri occhi i mulini a vento, tra i simboli più conosciuti dei Paesi Bassi, è stata davvero una grande emozione!

Mulini di Kinderdijk, in bici nella campagna olandese - immagine 176
Mulini di Kinderdijk, in bici nella campagna olandese - immagine 177

Patrimonio UNESCO dal 1997

Nel 1997 furono inseriti nella lista dei Patrimoni dell’UNESCO, ma soltanto 2 mulini sono oggi visitabili, mentre gli altri sono di proprietà privata.

La struttura dei mulini a vento

I piani dei mulini solitamente erano 4: al piano terra si trovavano la cucina e la camera dei genitori, al primo piano le camere dei figli, al secondo piano la stanza per affumicare il pesce, all’ultimo piano gli ingranaggi del mulino. Una perfetta abitazione dove far fronte a tutte le esigenze della vita quotidiana! Molti di essi oggi vengono utilizzati come casa vacanze dai loro proprietari…deve essere meraviglioso trascorrere qualche giorno in un edificio così ricco di storia!

Mulini di Kinderdijk, in bici nella campagna olandese - immagine 178

La visita ai mulini di Kinderdijk

L’ingresso all’area dei mulini è gratuito, mentre è a pagamento la visita dei mulini/museo, se si desidera vedere il loro interno. Noi non abbiamo visitato l’interno dei mulini perché avevamo poco tempo a disposizione, ma sono sicura che si tratti di un’interessante scoperta!

Per percorrere l’intera area in cui si trovano i mulini (e perché ci sembrava un’attività molto olandese 🙂 ) abbiamo noleggiato le biciclette all’ingresso e abbiamo pedalato lungo gli argini, divisi in parte pedonale e in parte ciclabile. Ad Amsterdam non abbiamo avuto il coraggio di prendere la bicicletta per il troppo caos cittadino, ma qui la situazione è stata diversa e non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione!

Ci siamo divertiti davvero molto, il paesaggio è magnifico e la bicicletta ci ha permesso di esplorarlo il più possibile. Abbiamo fatto moltissime soste per fotografare i mulini da più angolazioni, cercando di cogliere le loro sagome specchiarsi nell’acqua! Ogni volta che si percorre l’ansa del canale, si vede cambiare lo scenario davanti ai propri occhi ed è inevitabile scattare ogni volta nuove foto.

Il paesaggio è davvero da cartolina, sarebbe stato magnifico avere il tempo di fermarsi su una panchina per restare a osservare la bellezza di queste costruzioni immerse nella quiete. Anche se c’erano numerosi turisti in visita, tra cui alcune scolaresche, l’area è così vasta che in alcuni momenti avevamo quasi l’impressione di essere da soli con le nostre biciclette!

In estate

Nei mesi da aprile a ottobre è anche possibile effettuare una breve crociera lungo i canali dell’area, infatti abbiamo visto l’imbarcazione scivolare placidamente sull’acqua, una deliziosa immagine incorniciata dai mulini!

In inverno

Invece, nel periodo invernale i canali spesso si ghiacciano e molti olandesi ne approfittano per fare pattinaggio sul ghiaccio in questo paesaggio così caratteristico. Sono sicura che la visita ai mulini sia indimenticabile in qualsiasi stagione.

Si possono trovare tutte le informazioni necessarie per organizzare la visita sul sito ufficiale di Kinderdijk.

Mulini di Kinderdijk, in bici nella campagna olandese - immagine 179
La serie dei mulini che si specchia sull’acqua
Mulini di Kinderdijk, in bici nella campagna olandese - immagine 180

Durante il nostro viaggio in Olanda abbiamo avuto modo di vedere anche la capitale Amsterdam , la cittadina di Eindhoven dove siamo atterrati e alcuni paesini deliziosi e caratteristici come Edam, Volendam e Marken!

Hai mai visto un mulino a vento da vicino? Come te lo immagini? Ti piacerebbe girare in bicicletta come un vero olandese? Fammelo sapere nei commenti!

Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment