L’abbigliamento da viaggio, un tema che sicuramente manda in crisi anche i viaggiatori più esperti che si trovano alle prese con la fatidica preparazione della valigia. Confesso di preferire la valigia allo zaino, ovviamente se la tipologia e durata di viaggio lo consentono (e soprattutto se il biglietto aereo permette di imbarcare un bagaglio di dimensioni e peso ragionevoli) in modo da poter portare con me abbigliamento sufficiente per coprire tutte le giornate e le differenti occasioni d’uso. Il tempo a disposizione in viaggio purtroppo è sempre poco quindi preferisco non avere il pensiero di lavare i vestiti mentre sono in giro.

Abbigliamento da viaggio, cosa non deve mai mancare - immagine 185

L’abbigliamento da viaggio deve essere

Comodo

La comodità per me è una caratteristica irrinunciabile: dovendo stare fuori molte ore, anche dall’alba fino a notte inoltrata, l’abbigliamento deve essere comodo, per non limitare i movimenti e per non diventare fonte di disagio durante la giornata. In caso di lunghi viaggi in aereo indosso sempre dei leggins o dei pantaloni della tuta o comunque li porto con me per indossarli se e quando c’è la possibilità di rilassarsi in hotel/appartamento.

Prediligo colori neutri e facilmente abbinabili e cerco di indossare ogni pantalone 3 o 4 volte. Se viaggi per pochi giorni, ti consiglio di prevedere comunque un cambio completo, perché i tuoi abiti potrebbero sporcarsi o bagnarsi. Indosso sempre delle scarpe comode che ho già indossato in altre occasioni…mai portare delle scarpe nuove in viaggio per scoprire che sono scomode!

Abbigliamento da viaggio, cosa non deve mai mancare - immagine 186

Se durante il viaggio sono previste delle occasioni più formali/eleganti, porto degli abiti appositi. Ricordati che in molti hotel, ristoranti e discoteche sono obbligatori i pantaloni lunghi, quindi assicurati di averne sempre un paio in valigia, indipendentemente dalla tua destinazione.

Leggi anche Come vestirsi per il tuo prossimo viaggio in crociera

A cipolla

Prima di partire per la tua destinazione, verifica bene le condizioni meteo in modo che la tua valigia contenga abbigliamento appropriato…ma non è detto, quindi cerca di pensare all’imprevisto. Ricordo un marzo parigino con temperature di giugno e un maggio portoghese con temperature di febbraio, un giugno rumeno con temperature di marzo, un luglio greco dove ho girato svariati negozi alla ricerca di una felpa…e potrei andare avanti così all’infinito.

Abbigliamento da viaggio, cosa non deve mai mancare - immagine 187

Porto sempre con me una felpa, anche se devo fare una vacanza di mare dove sono previsti 40 gradi e porto sempre un costume da bagno, anche se devo andare in montagna dal momento che potrebbe capitare di andare in piscina, in una sauna, in un centro benessere. 

Leggi anche Come vestirsi per il grande freddo del Nord

Rispettoso

Questa è per me la caratteristica più importante che deve avere il perfetto abbigliamento da viaggio, volutamente lasciata per ultima perché non si tratta propriamente di abbigliamento, ma di considerazioni generali. Quando viaggio mi considero un’ospite di un altro Paese, di un’altra cultura, di un’altra mentalità e, in quanto ospite, devo rispettare gli usi e costumi della mia destinazione.

Un abbigliamento non adeguato può essere fonte di disagio e imbarazzo per chi ci sta intorno e di conseguenza per noi stessi. Se siete in dubbio, una mezza manica e un pantalone lungo sotto il ginocchio sono un passepartout per la maggior parte dei casi, ma talvolta può essere necessario ricorrere a una manica o pantalone più lungo nel caso di edifici religiosi o istituzionali.

Anche la questione costume da bagno può risultare delicata, pensa che alle Maldive, destinazione tropicale per eccellenza, non è possibile indossare il bikini nelle spiagge pubbliche! Il problema non si pone ovviamente nei resort turistici o nelle apposite bikini beach, dico questo per invitare a informarsi bene sulle regole del proprio Paese di destinazione, scegliendo e riadattando il proprio itinerario e le sistemazioni di conseguenza.

Leggi anche Scopri le 5 regole su comportarti in moschea

Ecco i 5 articoli che non possono mancare in viaggio

Un paio di pantaloni lunghi con le tasche

Sia che la mia destinazione sia al caldo o al freddo, non possono mai mancare un paio di pantaloni lunghi comodi, di un colore neutro che si possa abbinare facilmente a diversi top, magliette e felpe. Grigio, tortora, verde, colori non troppo chiari che permettano di riutilizzarli in diverse occasioni, dal viaggio vero e proprio, all’escursione, al trekking, alla passeggiata in città. 

Abbigliamento da viaggio, cosa non deve mai mancare - immagine 190
Questi sono i miei pantaloni preferiti

Uno zaino in più

Porto sempre ripiegato in valigia uno zaino in più che si possa utilizzare all’occorrenza: per trasportare magari il cibo di un pranzo al sacco, per fare un’escursione fuori programma, per contenere un cambio vestiti, per portare i souvenir acquistati.

Abbigliamento da viaggio, cosa non deve mai mancare - immagine 191

Un cappello per ogni occasione

Sicuramente non può mancare un cappello, fresco e leggero per ripararsi dal sole estivo, di lana pesante per i climi invernali, in tessuto tecnico traspirante per le escursioni in montagna. A seconda della tua destinazione e delle relative occasioni d’uso, scegli il cappello che fa al caso tuo!

Foulard da portare sempre con sé

Un foulard, una sciarpa di cotone, una morbida pachmina da tenere sempre addosso, per ripararsi dall’aria condizionata in aereo e negli hotel, per coprirsi le spalle quando visiti edifici religiosi! Le caratteristiche che deve avere la sciarpa sono: leggerezza, comodità, versatilità, scegli una sciarpa di un colore neutro in modo che tu possa abbinarla con outfit differenti!

La sciarpa con cui ho viaggiato di più in assoluto è un foulard bianco di cotone che abbiamo acquistato in Egitto quando avevo 6 anni e che continuo a portare con me in viaggio.

Abbigliamento da viaggio, cosa non deve mai mancare - immagine 193

Kit pioggia

Abbiamo già parlato degli imprevisti, della versatilità, dell’abbigliamento a cipolla…ma nella mia valigia non deve mai mancare un kit da pioggia. Ho imparato che può piovere ovunque, in qualsiasi periodo dell’anno, e che non sempre l’ombrello è sufficiente. Quindi porto sempre con me un piccolo impermeabile ripiegabile da utilizzare per ogni evenienza. Se il rischio pioggia è davvero concreto, allora porto un kit più strutturato: coprizaino, mantella e copripantaloni impermeabili, si trovano modelli molto leggeri e compatti che si richiudono all’interno della loro stessa tasca occupando pochissimo spazio.

Abbigliamento da viaggio, cosa non deve mai mancare - immagine 194

Quale è il capo di abbigliamento che non può mai mancare nella tua valigia? I miei suggerimenti ti sono stati utili? Fammelo sapere nei commenti!

Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment