Durante un viaggio in India, più in particolare a New Delhi, ho avuto la possibilità di entrare in contatto con l’affascinante religione Sikh, visitando il bellissimo tempio Gurudwara Bangla Sahib, costruito a immagine del Tempio d’Oro di Amritsar nel Punjab. Prima di entrare abbiamo dovuto coprire il capo e immergere mani e piedi nell’acqua.

Il Sikh (il termine significa “discepolo”) crede in un unico Dio e negli insegnamenti di Dieci Guru che si sono succeduti, raccolti nel testo sacro. Questo testo, che si chiama Guru Grant Sahib, ha la particolarità di essere l’unico testo sacro a essere stato scritto dagli stessi fondatori della sua fede. La religione è stata fondata da Guru Nanak nel XV secolo d. C. presso la città di Lahore. I Sikh non credono nel sistema delle caste e neppure nei riti e nelle superstizioni. Non predicano il ritiro dal mondo, anzi una vita pratica e l’amore fraterno verso tutti, l’ottimismo e la speranza, rifiutando qualsiasi pessimismo.

Ciò che distingue ciascun Sikh dagli altri sono le cinque K: Kesha (capelli lunghi mai stati tagliati), Kangha (pettine), Kara (braccialetto di acciaio), Kachha (mutande), Kirpan (spada o pugnale). Il battesimo Sikh (Amrit) è un dovere per tutti i discepoli. Sono proibiti l’alcool, il tabacco, tagliarsi i capelli e l’adulterio. La donna è considerata una parte fondamentale della comunità, ricevendo rispetto e considerazione. La vedova può risposarsi.

Le donne Sikh non mettono il velo, si ritiene che abbiano la stessa anima degli uomini e che possano partecipare (e celebrare) le funzioni religiose. Sono ritenute disdicevoli le vesti che mettono in risalto il corpo. I morti sono cremati e le ceneri gettate nel fiume più vicino, anche se non hanno un fiume sacro. I Sikh non credono nel celibato, credono che il matrimonio sia un’unione santa e il divorzio non è permesso.

Conoscere il Sikhismo - immagine 57
Il Gurudwara, il tempio Sikh a Delhi

Se sei interessato ad approfondire le religioni che hanno avuto origine in India, qui puoi trovare un articolo dedicato al jainismo.

Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment