Nella Norvegia centrale si trova Lillehammer, un comune di 26.800 abitanti nei pressi del lago Mjøsa e del fiume Lågen, è la prima città che abbiamo visitato durante il nostro viaggio in Norvegia, dal momento che la prima sera abbiamo solamente dormito a Oslo e ci siamo subito rimessi in macchina la mattina successiva.

Siamo arrivati all’ora di pranzo di una splendida e assolata giornata estiva e ci siamo fermati a pranzo da Nikkers, un delizioso locale tradizionale dove ci siamo seduti a un tavolino all’aperto.

Lillehammer, 1 mattina di sorprese nella campagna norvegese - immagine 150

Dopo pranzo abbiamo fatto una bella passeggiata nel centro pedonale Storgata con tanti bei negozi e le case colorate di legno.

Lillehammer, 1 mattina di sorprese nella campagna norvegese - immagine 151

I dintorni di Lillehammer

Il Museo Maihaugen

Appena fuori dal centro storico si trova il museo all’aperto Maihaugen, il più grande museo di questo tipo in Norvegia dove si trovano 185 edifici originali, dove risalta la chiesa di legno Garmo stavkirk costruita intorno al 1150.

Lillehammer, 1 mattina di sorprese nella campagna norvegese - immagine 152

I Giochi olimpici invernali

Oltre alle numerose stazioni sciistiche per cui Lillehammer è frequentatissima dai norvegesi in inverno, in posizione panoramica si trovano le strutture utilizzate per i Giochi olimpici invernali del 1994, evento che ha permesso a Lillehammer di essere conosciuta nel resto del mondo. In occasione dei XVII Giochi olimpici invernali, è stato costruito il trampolino Lysgårdsbakken che si può visitare gratuitamente.

Lillehammer, 1 mattina di sorprese nella campagna norvegese - immagine 153

Per approfondire la storia delle Olimpiadi norvegesi si può visitare il Norwegian Olympic Museum. Dalla cittadella olimpica si può godere di uno splendido panorama su tutta la valle di Gudbransdalen.

Lillehammer, 1 mattina di sorprese nella campagna norvegese - immagine 154
Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment