Nella Norvegia centrale si trova Lillehammer, un comune di 26.800 abitanti nei pressi del lago Mjøsa e del fiume Lågen, è la prima città che abbiamo visitato durante il nostro viaggio in Norvegia, dal momento che la prima sera abbiamo solamente dormito a Oslo e ci siamo subito rimessi in macchina la mattina successiva in direzione Geiranger.

Il percorso in auto è stato calmo e tranquillo, oltrepassata Oslo il panorama si è ben presto modificato per lasciare spazio alla campagna, ai boschi e all’acqua. Un paesaggio davvero idilliaco dove abbiamo fatto diverse soste fotografiche sotto a uno splendido sole e a un cielo azzurrissimo!

Leggi il nostro percorso: Fiordi norvegesi on the road

Leggi anche il racconto di altre tappe del nostro viaggio:

Loen, 1 delle funivie più ripide al mondo

Esplorando il ghiacciaio Briksdal

Oslo, itinerario di 1 giorno a piedi

Guidare in questa parte del Paese è davvero rilassante, le strade sono ampie e in ottime condizioni, il traffico pochissimo, quello che ci accompagna fuori dal finestrino è così piacevole che non si ha proprio il tempo di annoiarsi! Questi paesaggi sono così tranquilli e incontaminati che mi fanno pensare ai Troll (qui l’articolo in cui ne parlo).

Siamo arrivati a Lillehammer all’ora di pranzo di una splendida e assolata giornata estiva e ci siamo fermati a pranzo da Nikkers, un delizioso locale tradizionale dove ci siamo seduti a un tavolino all’aperto. Questo posto ci ha subito colpito per il legno sulla facciata dell’edificio e per il delizioso spazio esterno!

Lillehammer, sulle tracce delle Olimpiadi nella campagna norvegese - immagine 176

Insolito per noi, abbiamo letto il menù online, ordinato il pranzo e pagato…tutto direttamente dal sito! Dopo poco tempo sono venuti i camerieri a portarci quando ordinato! Dobbiamo abituarci, perché il Norvegia tutti i pagamenti avvengono contactless, tramite carta, online…qui i contanti non sono davvero necessari!

Dopo pranzo abbiamo poi fatto una lunga passeggiata nel centro pedonale Storgata con tanti bei negozi e le case colorate di legno. Moltissimi di essi vendono articoli sportivi, abbigliamento da trekking e outdoor, scarponi, zaini…sicuramente si tratta dei prodotti che qui vanno per la migliore, data l’infinità di sport e attività all’aria aperta che si possono praticare in queste zone!

Lillehammer, sulle tracce delle Olimpiadi nella campagna norvegese - immagine 177

I dintorni di Lillehammer

Il Museo Maihaugen

Appena fuori dal centro storico si trova il museo all’aperto Maihaugen, il più grande museo di questo tipo in Norvegia dove si trovano ben 185 edifici originali! A risaltare è la bella chiesa di legno Garmo stavkirk costruita intorno al 1150. Non abbiamo tempo di visitare il museo perché dobbiamo proseguire con il nostro viaggio verso nord, ma riusciamo a scattare una foto da lontano a questa chiesa così famosa.

Anche a Oslo si trova un grande museo a cielo aperto, il Norsk Folkemuseum, dove è custodita la stavkirke di Gol che descrivo in questo articolo sulle stavkirke, le chiese di legno tipicamente norvegesi.

Lillehammer, sulle tracce delle Olimpiadi nella campagna norvegese - immagine 178

I Giochi olimpici invernali

Oltre alle numerose stazioni sciistiche per cui Lillehammer è frequentatissima dai norvegesi in inverno, in posizione panoramica si trovano le strutture utilizzate per i Giochi olimpici invernali del 1994. Questo evento sportivo ha permesso a Lillehammer di essere conosciuta nel resto del mondo.

In occasione dei XVII Giochi olimpici invernali, è stato costruito il trampolino Lysgårdsbakken che si può visitare gratuitamente. Noi abbiamo parcheggiato la macchina proprio a pochi passi e abbiamo raggiunto la base per scattare qualche bella foto alla struttura che segue il pendio della collina. Volendo, è possibile salire a piedi fino alla cima della collina, in quanto ci sono delle scalinate che costeggiano il trampolino su entrambi i lati.

Lillehammer, sulle tracce delle Olimpiadi nella campagna norvegese - immagine 179

Per approfondire la storia delle Olimpiadi norvegesi si può anche visitare il Norwegian Olympic Museum. Anche con poco tempo a disposizione, vale la pena salire sulla collina, in quanto dalla cittadella olimpica si può godere di uno splendido panorama su tutta la valle di Gudbransdalen.

Lillehammer, sulle tracce delle Olimpiadi nella campagna norvegese - immagine 180

Ti piace vedere le Olimpiadi Invernali in tv? Ti è mai capitato di assistere di persona all’evento? Hai mai visitato delle Cittadelle olimpiche? Fammelo sapere nei commenti!

Author

Nata a Pisa nel 1990, nella stessa città mi sono laureata in Studi Internazionali e attualmente vivo, lavoro e ho sposato Dario. Amo i giochi da tavolo con gli amici, leggere, scrivere, cucinare piatti etnici, oltre che viaggiare, vicino e lontano: la mia più grande passione.

Write A Comment